La vita è un continuo prendere decisioni. Il Poker pure. È per questo che dal Poker puoi imparare davvero tanto. Divertendoti. 

Al tavolo verde, con le carte, con i soldi o solo per divertimento, puoi imparare a padroneggiare le emozioni, a ragionare in condizioni di incertezza, a comprendere la differenza tra breve e lungo periodo, così da formare il tuo giusto processo mentale che ti porti a prendere decisioni ottimali. Scegli come iniziare.

La Community

Il Poker come divertimento

Entra a far parte di una Community di appassionati di Poker. Prendi parte ai tornei del lunedì e alle attività settimanali. Mettiti in gioco, fai amicizia con tante persone curiose come te e prova a superarle al tavolo giocando e imparando ogni giorno qualcosa in più. Divertendoti.

La Scuola

Il Poker come studio

Non sembra ma il Poker è un gioco complesso. Pieno di variabili e dinamiche davvero interessanti da studiare per capirlo nel profondo. Se oltre a divertirti vuoi fare un passo in più per costruire il tuo Poker e diventare un giocatore migliore, nella nostra Scuola troverai un aiuto per capire qual è il tuo livello e dove puoi arrivare. Ma è ovvio, molto dipende da te. Scopri i programmi.

Tu, il Decision Making e il Business

Il Poker come strumento

Il Poker, come la vita, è un gioco a informazioni incomplete. Si tratta sempre di capire il contesto e calcolare probabilità e ritorno delle nostre decisioni. Il Poker è un ottimo Maestro, perché le sfide che ti propone costantemente e l’enorme varietà di competenze necessarie per superarle sono le stesse che ti possono aiutare a formare e migliorare il tuo profilo personale e professionale.

Vuoi migliorare i tuoi processi decisionali nella vita o nel lavoro? Sfrutta il Poker, trasferisci l’esperienza al tavolo nella tua realtà quotidiana. Allenati, e allena il tuo team, ad agire e prendere decisioni ottime in condizioni di incertezza. Impara a pensare in modo non convenzionale e sfrutta l’abilità maturate al tavolo per crescere come persona e professionista.  

“Non fidarti degli istinti né dei cosiddetti esperti. E impara a pensare”.

David Sklansky

FAQ
No. Il Poker è un gioco di abilità a informazioni incomplete. La roulette è un gioco d’azzardo, il blackjack è un gioco d’azzardo, i dadi sono un gioco d’azzardo. Il Lotto, l’Enalotto, le slot machine. Tutti giochi d’azzardo. Dove tu parti svantaggiato perchè giochi contro un banco. Ma non lo dico io, lo dice la matematica. Nel Poker non giochi contro un banco ma contro altri come te, per cui non ci sono posizioni di vantaggio. Ma il più bravo, alla lunga, vince.
Anche con l’alcol, il trading, le droghe, allo stadio, in macchina, al mare. Non ci sono limiti all’ignoranza. Ma se conosci il gioco, se conosci il tuo livello, le tue possibilità, fisiche e matematiche, non ti metterai mai in condizioni di rischio. Questo è la base di quello che spieghiamo col Pokertalk. Ed è anche la regola numero uno di un giocatore professionista (ma se ci pensi vale in ogni campo della vita).
A chi vuole giocare, a chi vuole divertirsi, a chi è curioso e vuole studiare più nel profondo le dinamiche di questo gioco complesso e bellissimo perché ha capito che può essere un ottimo strumento per sviluppare competenze buone per migliorare i processi decisionali non solo al tavolo, ma anche nel business e nella vita.
Siamo qui apposta. Con Pokertalk ci si diverte e si imparano le basi del gioco durate le live del lunedì e i numerosi appuntamenti di Community e didattici. Raggiunta una certa consapevolezza puoi decidere se sviluppare il tuo gioco oppure sfruttare Pokertalk per approfondire le tue competenze nel campo del Decision Making.
Un buon giocatore deve padroneggiare un mix di competenze quantitative e attitudinali. Per prendere decisioni al tavolo devi saper sfruttare concetti come ad esempio equity, odds, expected value, presi dalla Statistica e Calcolo delle Probabilità, Economia e Finanza, e le basi della Teoria dei Giochi. Ma ti serviranno anche spunti mutuati dalla Psicologia, la Sociologia, l'Etica, alla fine è un gioco di persone. Tutte competenze che padroneggiate ti torneranno utili anche nel lavoro e la vita di tutti i giorni.
In realtà studiare il Poker ti aiuta nello sviluppo dei processi decisionali, nella gestione del mindset, nella comprensione del contesto e delle persone. Quindi per rispondere alla tua domanda: potenzialmente ovunque, dipende da te.

Ma immagina di dover vendere un prodotto o gestire un team o studiare un mercato da aggredire. Ma anche se devi reclutare, guidare, comprendere un collega o un competitor. O magari vuoi comprare casa o parlare a un evento oppure investire in azioni o, meglio, scegliere il giusto consulente finanziario. Se hai delle informazioni da valutare è meglio saperlo fare al meglio per fare la scelta ottima.

Al Pokertalk lo diciamo sempre: "Se sei capace di vincere a Poker nel lungo periodo puoi davvero fare tutto quello che vuoi".
Sì. Ma non è questo l'obiettivo di Pokertalk. Il prima passo non è diventare un giocatore vincente, ma un giocatore consapevole. Conscio delle proprie possibilità e abile a sfruttare le competenze maturate anche fuori dal tavolo verde.
Se sei arrivato fin qui probabilmente sei incuriosito dalle potenzialità dell'approccio che proponiamo. Prenota una chiamata o scrivici su whatsapp e capiamo cosa è meglio per te o per il tuo team di lavoro.
Mentre studiavo per il Dottorato di ricerca in Statistica mi sono accorto che applicando le teorie quantitative al gioco del Poker avrei avuto un vantaggio competitivo. E così ho fatto arrivando finalmente a giocare a buoni livelli tanto da essere "acquistato" da un team professionistico. Poi negli anni mi sono accorto che le tecniche e le dinamiche mutuate dal gioco del Poker ben si adattavano a trattare le decisioni anche fuori dal tavolo e così ho iniziato a ragionare come un Poker Player anche nel lavoro e la vita di tutti i giorni. Prendere decisioni migliori ti apre a numerosi vantaggi.

Da qui nasce l’idea di Pokertalk e del suo Decision Model.

Ah, io sono Matteo Fini, piacere!